1 Touch Me All Night Long

Touch Me All Night Long potrebbe suonare come il titolo di qualche commedia erotica italiana anni 80 o richiamare qualche nuova strampalata moda in voga tra giovani della notte. In realta’ si tratta del primo torneo internazionale targato Brianza Toucherz.

Dopo aver partecipato negli ultimi anni a decine di tornei in giro per l’Europa e non solo, i brianzoli hanno deciso di radunare tutti gli amici ed avversari di mille battaglie per poter celebrare ancora una volta il touch rugby come momento di competizione e di socialita’. Occasione speciale per questa rimpatriata é stato il decennale della formazione verde-nera. Fondata nell’anno domini 2007 (primo torneo ufficiale Alpago in touch concluso in ultima posizione) la formazione con base a Cascina Corrada nel cuore della Brianza vanta quest’anno lo spegnimento delle 10 candeline.

Gli ultimi 2 lustri hanno sempre visto la formazione brianzola caratterizzata da pacatezza, eleganza e sobrietà e, per questo motivo, l’unico modo per festeggiare è risultato l’organizzazione di una grande festa con amici da tutte le parti d’Italia ed Europa.

Delle 12 le formazioni che hanno preso parte alla kermesse milanese, 7 giungevano da Inghilterra, Scozia, Francia ed Austria mentre gli slot restanti erano occupati dalle prime 4 formazioni al vertice del ranking italiano ed una sempre scoppiettante barbarians.

Si sa, i giocani (e non piu giovani) brianzoli non hanno mai amato le levatacce e le partite al sorgere del sole e quindi, complice anche una struttura atrezzatissima, si e’ deciso di incominciare il torneo nel pomeriggio per poter concludere con le partite finali al chiar di luna.

Il coloratissimo popolo del touch inizia a popolare il Curioni verso le 13 dopo che molti atleti, complice anche la giornata primaverile, hanno potuto visitare la bella Milano, svaligiando qualche panetteria (e’ stato registrato un picco record nella vendita di panzerotti e calzoni in zona Duomo) o semplicemente riprendendosi a bordo piscine (gia’ c’e’ qualcuno che ha fatto il bagno) dopo una serata di bagordi (non avevo mai visto nessuno “chiudere” 2 bar e finire anche il frigobar dell’albergo) nei peggiori locali della capitale lombarda.

Il tempo straordinariamente mite (si sono registrati i 25 gradi!!) e le condizioni del campo pressoche’ perfette rendono questo “primaverile” 14 ottobre una giornata ideale per il torneo.

Il torneo, diviso in 3 gironi da 4 squadre, si annuncia da subito molto interessante con le Italiane equamente suddivise a combattersi la testa dei singoli gironi.

Sin dai primo minuti le partite si rivelano equilibrate e molto combattute e con le formazioni italiane che riescono a dire la loro levandosi anche qualche soddisfazione qua e la’.

I BTZ aprono le danze affrontando I temibili amici dei Touch Azur di Nizza. La partita si conclude con un promettente 3-3 che fa ben sperare I verde-neri per il proseguo della giornata. La seconda dei Brianzoli e’ invece contro la nuova squadra di Touch Vienna, che complice anche un po’ di inesperienza, paga un sonoro 5-2 allo scadere dei 20 minuti di gioco.

L’ultima incontro del girone e’ per i BTZ un’occasione decisamente speciale. La partita che incoronera’ il vincitore del girone infatti si gioca con gli amici Misfits che quest’anno, come I BTZ, festeggiano il decennale della loro fondazione.

Misfits e Brianza Toucherz

Ingresso d’onore per le squadre on Colonna sonora e chiamata dei singoli giocatori ed il torneo che riprende a tutto ritmo (per la cronaca I BTZ passano il girone spuntandola 5-4).

La fase dei gironi e’ seguita dalla formula internazionale che vede la riassegnazione delle formazioni a cup, plate e shield e nelle quali le squdre poi giocheranno 2 partite a definire la prorpia posizione finale. Ancora una volta il ritmo alto e la qualita’ tenica delle formazioni infiammano il sintetico del Giuriati e regalano perle di atleticita’ e tecnica.

In gran spolvero i Bandiga di Rovigo che, giunti a Milano con numeri da esercito (ma quanti eravate?!), con una prestazione regolare e di buon livello conquistano la finale 3-4 posto contro i padroni di casa verde-neri. La finale sara’ invece giocata dagli Scozzesi Buffalos e dai francesi (campioni di Francia) SMH.

Bandiga Rivigo e SMH Grenoble

                                    

Le partite vedono i ragazzi di Edimburdgo trionfare su I francesi e la formazione veneta battere per la seconda volta in una finale sul sintetico del Giuriati in meno di un mese la formazione padrona di casa.

Buffalos (Edimburgo)

Treviso Knights

Leprotti Torino

 

Ottimo 5 posto per i Leprotti Torino che conquistano la plate dopo una finale combattuta con ….  e buon piazzamento per I Treviso Knigth che vincono la shield.

Ultima posizione ma tanto divertimento per la barbarians che si distingue che comunque porta a casa una vittoria contro I londinesi CSSC spectres.

Barbarianz

CSSC Spectres e Spirits

 

Terzo tempo e premiazioni si sono svolte nella club house adiacente dove, ancora una volta, I BTZ hanno potuto ringraziare tutte le squadre intervenute ed invitarle alla festa ad alto contenuto alcolico nella vicina discoteca.

 

 

Ancora una volta I Brianza Toucherz ringraziano tutti coloro che sono intervenuti alla manifestazione e che ne hanno permesso la riuscita. In particolare un ringraziamento speciale va agli arbitri full time intervenuti che hanno sicuramente alzato il livello tecnico del torneo, a tutti i giocatori, ai cugini Dragoni per l’aiuto, a IT, all’ASR di Milano, alla Bislunga e a tutti quelli che ci siamo dimenticati.

 

Ci vediamo presto sui campi

 

BTZ

 

Classifica Finale del Torneo

 

  1. Buffalos Edimburgo (SCO)
  2. SMH Grenoble (FRA)
  3. Bandiga Rovigop (ITA)
  4. Brianza Toucherz (ITA)
  5. Leprotti Torino (ITA)
  6. Touch Azur (FRA)
  7. Misfits (ENG)
  8. CSSC spirits (ENG)
  9. Treviso Knights (ITA)
  10. Touch Vienna (AUT)
  11. CSSC spectres (ENG)
  12. Barbarians (ITA)