Ops…we did it again! Champ 2017

Brianza Toucherz nella storia

Parafrasando una storica copertina del quotidiano sportivo più venduto d’italia che vedeva gli azzurri sul tetto del mondo sarebbe il caso di dire “è tutto vero. Campioni d’Italia…ancora una volta”. I BTZ si confermano per la terza volta consecutiva al vertice del campionato Italiano centrando per la prima volta nella storia di questo sport in Italia il terzo titolo consecutivo.

Il primato passa quindi nelle mani della formazione verde-nera che strappa il primato agli Orange di Belluno ancora detentori però del record assoluto di vittorie nel campionato italiano (4 ndr).

La gara

E’ l’alba e i primi raggi del mattino illuminano uno stadio San Michele di Calvisano popolato di camper e tende.

L’aroma di caffè dalle moke e la rilassata atmosfera da campeggio viene nel giro di pochi minuti rimpiazzata dalla pacifica invasione dell’orda chiassosa e colorata del popolo del Touch. Conclusi i saluti di nuovi e vecchi amici, allacciati gli scarpini e strette le fasciature il grande circo targato IT prende il via.

La giornata è da girone infernale. Il sole alto porta in poco tempo la temperatura intorno ai 37°C e le fontanelle si affollano di giocatori e appassionati in cerca di un po’ di refrigerio.

 

Utilizzando come base logistica il camper della famiglia Allaria (ancora una volta grazie), anche i BTZ si accampano al San Michele. La tensione è alta quanto la voglia di riscatto per un secondo posto in classifica generale che rende le cose sulla carta ancora più difficili. Sono le 10 e dopo un breve riscaldamento i verde-neri scendono in campo per affrontare i Bandiga per la partita che regalerà l’accesso diretto alle semi finali.

Da subito il ritmo partita è alto, con le due compagini che non sembrano intenzionate a mollare il bottino. Le tre combinazioni tattiche messe in campo da coach colombo ingranano e portano la formazione brianzola a chiudere il primo tempo con un parziale di 3-0.

I rodignini non ci stanno e nella ripresa rimontano portandosi sul 3-2. La risposta brianzola però non si lascia attendere permettendo ai detentori del titolo di chiudere il match sul 5-2.

Per i Bandiga c’è ancora una possibilità per raggiungere le finali passando per una partita in girone. I BTZ volano invece alle semifinali.

 

Il sole ormai altissimo rende l’aria a tratti irrespirabile. La formazione brianzola decide quindi di combattere la canicola alternando battaglie di gavettoni e pistole ad acqua (grazie a Max Manzato per lo sponsor tecnico) a un bel tuffo nella vicina piscina.

 

Alle 16:00 arriva finalmente la semifinale. Si gioca con gli amici del Treviso Knghts, formazione che durante tutto l’anno si è messa in evidenza per crescita tecnica. La partita si fa da subito molto fisica e veloce con i giocatori trevigiani che in più di un’occasione metto a dura prova la difesa brianzola. E’ proprio la formazione verde nera che sblocca il risultato. La lotta resta serrata con i Veneti che non mollano lottando su ogni pallone. Il match si conclude con un parziale di 4-1 che certamente non rende giustizia ad una squadra che nell’ultimo periodo è cresciuta molto.

 

L’altra semifinale vede affrontarsi i Leprotti Torino, che hanno conquistato la vetta della classifica del campionato italiano dopo un finale di stagione in crescendo, e i sempre coriacei Bandiga che, vinta lo spareggio in pool, si rimettono in gioco per la finale. La partita, combatuttissima, vede proprio gli spider-rovigotti allungare sui torinesi acciuffando così l finale.

Anche quest’anno è arrivato il momento degli inni. Sul campo le due formazioni tese sono pronte a dare il sangue.

I brianzoli volano in vantaggio a pochi secondi dal fischio di inizio con una meta del debuttante Andrea Bassano che, incredulo, fa breccia nelle linee avvversarie dopo solo 10 secondi. I Bandiga non si arrendono e incalzano subito con una serie di attacchi ai 5 metri brianzoli. Il primo parziale si conclude con un 3-1 per i verde-neri. La tensione è alta e la temperatura certamente non aiuta giocatori ed arbitri nella gestione del match. I brianza restati in 5 per ben 2 volte durante tutto il match cercano di contenere gli attacchi degli spidermen veneti che riescono però ad accorciare le distanze.

A cinque minuti dalla fine il tabellone riporta un tesissimo 5-4 per i brianzoli con i leoni di Rovigo che assediano i 5 metri avversari. Lo scudo verde-nero regge e il triplice fischio consegna per il terzo anno consecutivo lo scudetto ai Brianzoli.

I giocatori lasciano il campo stremati ma con la certezza di aver espresso un gioco sicuramente di alto livello che ha saputo coinvolgere e divertire i circa duecento spettatori che assiepavano la tribuna.

Un personale plauso va sicuramente ai Bandiga che ancora una volta hanno saputo esprimere un gioco veloce fisico ma sempre corretto.

Doveroso è il grazie al presidente Stefano Emmi, a Omar Crepaldi e a tutto lo staff che hanno saputo rendere questa finale ancora più speciale con un’organizzazione precisa e puntuale.

Un sentito grazie anche ai nostri personali supporter (Bruno Manzato su tutti che ci ha seguito e incitato costantemente in questi anni) per aver affrontato il caldo umido e appiccicoso delle campagne bresciane per condividere con noi questa vittoria.

I BTZ ringraziano di cuore anche gli sponsor che sono sempre stati al nostro fianco che con orgoglio ci sentiamo di rappresentare.

Grazie davvero a tutti di cuore

Ci vediamo in campo

Rici

Formazione

Marianna Ronzoni (CAP)

Giulia Colombo

Gaia Colombo

Giulia Sottocornola

Valentina Catenazzo

Marta Terzoli

Nicolò Colombo (Coach)

Stefano Corno

Daniele Colubriale

Massimiliano Manzato

Stefano Bonanomi

Giacomo Allaria

Valerio Pasini

Andrea Bassano

Riccardo Ronzoni

Marco Sioli (team manager)

A disposizione

Vincenzo Guarrella

Anwar Majal

Riccardo Migliazza