Referee training con Sylvain Charras

Domenica 21 Maggio 2017

Sylvain Charras

Pozzo d’adda dalle 10 alle 13 ha ospitato l’allenamento dedicato agli arbriti, a tenerlo è stato l’arbitro Livello 5 francese Sylvain con la partecipazione di suo figlio Matt.

Soddisfatto del mio L1 preso il giorno prima al torneo dei Dragoni, mi aggiungo al gruppo.

Fin da subito la sua bravura e carisma ci ha aiutato a mettere attenzione durate le fasi iniziali. Partendo dalle basi abbiamo lavorato tanto sul “set dei 5mt” ossia la capacità di far comprendere in maniera chiara e limpida, sia alla difesa che all’attacco, dove si crea la lina del fuori gioco al momento del tocco.

Giovani arbitri in erba

Sylvain ci spiega che è probabilmente l’aspetto più importante su cui noi apprendisti arbitri dobbiamo focalizzare la nostra attenzione. La sessione continua con esercizi sulla tecnica, movimento del corpo e comunicazione tra gli arbitri, cosa che rimane molto importante per non perdere il controllo sul gioco. “Un giocatore deve essere aiutato durante la partita, l’arbitro ha il compito di essere un facilitatore”. Continuiamo simulando le azioni sul campo da gioco e mettendo in atto la procedura dell’arbitro perfetto: Mi muovo, fischio, indico a chi do la palla, segnalo l’infrazione, segno il mark, imposto la difesa…

Badge Livello 1

La mattinata si conclude con una sessione video molto interessante che mi ha permesso per la prima volta di vedere il touch da un altro punto di vista. Abbiamo riguardato azioni di giovani arbitri e azioni di arbitri piu esperti prese dell’ultimo Trans Tasman Test Series.

La mattinata è stata piacevole e molto interessante. Il nostro coach si è dimostrato molto preparato ed ha affrontato ogni situazione con un approccio altamente professionale. Conoscere gente come lui è stato davvero un piacere con la speranza di imparare ancora…magari questo sabato al torneo di Paris!

Grazie a Stefano Dalle Vedove (responsabile arbitri di Italia Touch) che ha reso possibile la giornata e da tempo sta lavorando duro da tempo per far crescere la classe arbitrale con iniziative sparse in tutto il territorio.

Grazie a Rosi per le foto e i video, e a chi ci ha permesso di utilizzare la struttura e il campo di Pozzo.

 

Nicolò